LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Carlo Bernardi, pittore solitario del Novecento

martedì 27 ottobre 2009

Carlo Bernardi, pittore solitario del Novecento

di Stefano Giacalone
Non sapevo nulla riguardo alla figura e alle opere dell’originale artista trentino Carlo Bernardi, che ha attraversato tutto il Novecento, lontano dai circoli e dalle correnti, contrario al palcoscenico e alle liturgie dell'epoca. Pittore complesso, umile, sdegnoso di riconoscimento ufficiale che non ha mai messo in mostra le sue opere. Il suo patrimonio è rimasto fuori dal mercato ed è custodito gelosamente dalla famiglia e da pochi amici collezionisti. È stato per caso che l’ho scoperto, precisamente alla Blog Fest di Riva del Garda, tramite una ragazza di Rovereto Valentina Zencher, che ha discusso la tesi di laurea dedicata proprio a ‘Carlo Bernardi. Un pittore trentino del Novecento’. Una tesi di laurea specialistica in ‘Gestione e conservazione dei beni culturali’, discussa a Trento alla facoltà di Lettere e Filosofia, che ha meritato 110 con lode. Dal racconto di Valentina, e dopo aver visto alcuni quadri e disegni, ho avuto subito la sensazione, pur non essendo un critico, che ero in presenza di un grande artista. Le opere, eseguite tra il 1910 e il 1972, sono in tutto 166 (di cui 66 inedite), e raccolgono ritratti, paesaggi, opere devozionali, sacre e simboliche. Carlo Bernardi è un pittore 'sincero' che occupa un posto particolare nel panorama trentino. La sua pittura non è mai disgiunta dai suoi sentimenti umani, civili e religiosi. Pur avvicinandosi alle correnti artistiche del Novecento, non si è incanalato in una corrente ben precisa. Egli vuole rimanere ‘solitario’ e non subire alcun richiamo artistico, preferendo impegnarsi in un percorso personale, graduale, originale, maturato e meditato nel corso degli anni. È interprete del paesaggio trentino che descrive gli elementi naturali, senza soffermarsi mai sul particolare. È anche ritrattista che, con abili tocchi di polpastrello, crea le sfumature del volto e dei contorni. Mi auguro che Carlo Bernardi venga valorizzato, perché è un artista che merita di essere conosciuto da un pubblico più vasto, sia in Italia che all’Estero.

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.