LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: La morte misteriosa di Brenda, il racconto delle trans Natalie e Barbara

venerdì 20 novembre 2009

La morte misteriosa di Brenda, il racconto delle trans Natalie e Barbara

di Domenico Giampetruzzi

La terribile morte del transessuale brasiliano, Brenda, ha colpito tutti e in particolar modo l'opinione pubblica italiana poichè lascia dietro di sè una serie di interrogativi ai quali gli inquirenti dovranno dare delle risposte. E' stato suicidio? Oppure è stato omicidio volontario? E nel caso di omicidio volontario chi l'ha ucciso? E perchè?
La vicenda dello scandalo ricatto-trans-cocaina che ha coinvolto l'ex presidente della Regione Lazio, Piero Marrazzo, si tinge sempre di nero dopo che nel settembre scorso fu trovato morto il pusher Gianguerino Cafasso che forniva cocaina alle trans e ai loro clienti.
I primi a parlare di Brenda sono stati alcuni suoi conoscenti e amici viados: Natalie, transessuale amante segreta di Piero Marrazzo, e il viados Barbara.
«Non lo so se è stato un suicidio, se le è successo quello che è successo forse è perché ha fatto qualcosa. Ma io non lo posso dire, nessuno sa la verità. Può darsi che lei si sia ammazzata, può darsi che qualcuno l'abbia fatto, ma questa non è una cosa mia, io non c'entro niente». Lo ha dichiarato Natalie che non esclude a priori l'esistenza di un secondo video hard con protagonista l'ex presidente Marrazzo nel pc di Brenda.
Natalie ha poi affermato che la vicenda diventa sempre più enigmatica: «Che è strano è strano, però non posso dire, non ho amicizie con loro che abitano là, mi dispiace che sia morta ma non era mia amica, era solo mia compaesana».
Un altro amico di Brenda, il viados Barbara, ha dichiarato di aver trascorso con lui la serata prima della tragedia. Barbara ha anche lanciato l'allarme.
«L'hanno ammazzato, non so chi. Stava male psicologicamente, voleva tornare in Brasile: ora devono trovare chi ha fatto tutto questo. Giovedì ci siamo incontrati in un parcheggio, abbiamo bevuto un bicchiere di liquore, poi l'abbiamo lasciato in casa a vedere la televisione. Né polizia né carabinieri hanno fatto nulla e tutti i trans che abitano in questa zona sono a rischio di morte, abbiamo molta paura». La stessa Barbara non ha però escluso l'ipotesi del suicidio.

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.