LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Santeramo in colle, nuovo progetto marciapiedi

sabato 26 dicembre 2009

Santeramo in colle, nuovo progetto marciapiedi

di Nicola Gatti
La Giunta Comunale ha approvato il progetto definitivo dei lavori di costruzione di marciapiedi nell’abitato, dell’importo di € 250 mila, di cui € 222 mila a base d’asta. I nuovi marciapiedi saranno realizzati sulle seguenti strade: Via Palmiro Togliatti, Via Stazione, Corso Tripoli, Via Roma, Via Manzoni, Via Calasanzio, Via Ranieri, Via Rossini, Via Marconi, Via Di Vittorio, Corso Italia, Via Toscanini, Via Bainsizza, Via Nunzio Lillo, Via Bellini, Via Balilla, Via M. Di Loreto, Via Iapigia, Via De Gasperi, Via R. Netti, Via Bartolomeo Paradiso, Via Laterza, Via Suor Chiara Immacolata, Via G. Modugno e Via Anna Frank. “E’ un altro piccolo – grande contributo alla Città, afferma il Sindaco Vito Lillo, come già precedentemente annunciato, né sarà l’ultimo. A beneficiarne saranno tutti i Concittadini, soprattutto gli utenti deboli della strada, mamme e bambini compresi. Con la realizzazione di questo nuovo progetto, la sicurezza urbana verso la quale questa Amministrazione continua ad impegnarsi, avrà quindi un livello maggiore, anche se non esaustivo. Con la programmazione futura che troverà naturale allocazione nei bilanci di previsione, non lesineremo sforzi e risorse finanziarie da destinare alla realizzazione di altri marciapiedi in altre strade urbane per il graduale superamento della trascuratezza in tema di arredo urbano che proviene da lontano”.
I lavori ad eseguirsi sono: demolizione o disfacimento di pavimentazione di qualsiasi tipo e dimensione compreso malta di sottofondo, il carico ed il trasporto delle macerie alle pubbliche discariche; massetto in conglomerato cementizio a resistenza caratteristica e classe di esposizione conforme alle prescrizioni delle norme UNI 9858; fornitura e posa in opera di cordoni retti e/o curvi in pietra calcarea, lavorati alla "8 denti" o segati e smussati allo spigolo, di qualità e caratteristiche non inferiori alle più accreditate cave di Apricena; pavimentazione in basole calcaree del bacino di Trani, dimensioni cm 25,30,35 x cm 80 di larghezza, dello spessore medio di cm 5-6, lavorate a bocciarda o a puntillo, posate a corso incerto su letto di sabbia e cemento; pavimentazione in pietrini e/o marmette in cemento, dimensioni 25x25 o 30x30, posata su letto di sabbia e cemento su supporto cementizio; rialzamento e abbassamento dei pozzetti e/o chiusini degli impianti sottostanti; il tutto comprensivo di qualsiasi altro onere e magistero necessari per dare il lavoro finito a perfetta regola d’arte. Il progetto, redatto dal Settore Assetto e Tutela del Territorio – Servizio Lavori Pubblici, sarà finanziato mediante apposito mutuo.

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.