LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Sanremo 2010: la critica esalta Noemi, i bookmakers puntano sempre su Marco Mengoni e Valerio Scanu

mercoledì 17 febbraio 2010

Sanremo 2010: la critica esalta Noemi, i bookmakers puntano sempre su Marco Mengoni e Valerio Scanu

La Redazione
Il 60esimo Festival di Sanremo ha dimostrato di avere finalmente invertito la rotta. Non è più il Sanremo dei nostri nonni con canzoni e cantanti over 60 perchè i cantanti in gara sono quasi tutti giovani e alcuni addirittura giovanissimi. Il Festival di Sanremo quest'anno è un palcoscenico magico e fenomenale che mette in bella mostra il vivaio giovanile della canzone italiana: Marco Mengoni, Valerio Scanu, Noemi, Malika Ayane e Arisa. Dopo la prima giornata del Festival i critici hanno lodato in particolar modo Noemi, cantante emersa dal talent show X Factor mentre hanno criticato un pò troppo Valerio Scanu. Pochi critici (quelli della Stampa) hanno invece giudicato poco soddisfacente la canzone "Credimi ancora" dell'ultimo vincitore di X Factor: Marco Mengoni. La platea di Sanremo dopo l'esibizione di Marco ha applaudito a scena aperta... Sotto il video dell'esibizione del giovanissimo cantante.

I bookmakers continuano a dare come favorito per la vittoria finale del Festival di Sanremo il cantante viterbese Marco Mengoni. Dietro di lui dopo la prima giornata del Festival si trova il cantante di Amici di Maria De Filippi, Valerio Scanu. Al terzo posto Malika Ayane e i Sonohra. Al quarto posto Irene Grandi e al quinto Arisa e Simone Cristicchi. La sfida tra i grandi e giovani cantanti di questa edizione della kermesse canora nazionale si fa davvero incandescente. E voi su chi scommettereste tra Marco Mengoni, Noemi, Valerio Scanu, Malika Ayane e Irene Grandi???

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.