LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Adoc Puglia: le risposte mancate della Eni Spa

mercoledì 24 marzo 2010

Adoc Puglia: le risposte mancate della Eni Spa

di Roberta Longo
“Gentile utente stiamo provvedendo alla sua richiesta. A breve riceverà notizie in merito; non si preoccupi”. Così, all’incirca, si sono chiuse una cinquantina di telefonate intercorse tra un utente e i vari operatori che hanno risposto dall’altro capo del telefono per conto di Eni SpA Divisione Gas & Power. Il guaio è, sostengono dalla sede regionale dell’Adoc, che l’interessato è dall’ottobre 2008 che attende di ricevere notizie in merito. Di cosa si tratta, è presto detto. Ad ottobre 2008, per giustificate ragioni, la società fa sostituire il contatore da terzi ma, da allora ad oggi, non è stata in grado di inviare uno straccio di conteggio, una fattura che sia una. Quindi, da gennaio 2009 ha incominciato a tempestare di telefonate la società chiedendo lumi ricevendo in cambio la solita risposta: “stiamo provvedendo”. Preoccupato delle conseguenze, da febbraio scorso l’interessato si è rivolto all’Adoc Puglia per sollecitare una soluzione e snellire l’iter ma, anche in questo caso, nonostante i primi due interventi diretti, di diffida, non c’è stata alcuna risposta.
La sensazione è quella di una totale indifferenza nei confronti degli utenti. “Se da una lato non c’è da preoccuparsi – dichiara Aida Viti dell’Ufficio legale dell’Adoc Puglia -, in quanto l’inadempienza è da addebitare alla società, e che dovrà versare un indennizzo per la mancata periodicità della fatturazione, dall’altro bisogna mettersi nei panni di un utente che vuole assolvere al proprio dovere, di cittadino corretto ma che nell’attesa, è sempre più disperato perché immagina il peggio: cioè, di vedersi recapitare le fatture contemporaneamente mettendolo in difficoltà, in considerazione dello stato di pensionato”. E sì che in questo caso “le ultime parole famose” si tradurrebbero in una beffa, oltre che in un danno. Infatti, un eventuale mancato o ritardato pagamento, o un rifiuto alla richiesta di una eventuale dilazione della somma, potrebbe indurre la società ad interrompere l’erogazione del gas metano.

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.