LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Chiesa Cattolica, spuntano anche casi di monache pedofile

mercoledì 14 aprile 2010

Chiesa Cattolica, spuntano anche casi di monache pedofile

di Domenico Giampetruzzi
Il numero due del Vaticano, Tarcisio Bertone, in merito al recente scandalo dei preti pedofili, per scaricare la colpa su altri, ha dichiarato che il pedofilo è uguale ai gay. Una dichiarazione choc che denota la superficialità e l'ignoranza di un uomo religioso che riveste un ruolo fondamentale per la Chiesa Cattolica. Sono state tantissime le proteste e dichiarazioni di sgomento da parte di associazioni, scienziati, politici, psicologi e psichiatri per bene. Eppure Tarcisio Bertone doveva dare un'occhiata ai numerosi fascicoli in suo possesso o del suo superiore, Papa Ratzinger, dove emerge chiaramente che sono tantissimi i preti pedofili che hanno abusato e seviziato bambine indifese e innocenti.

Il Vaticano si sta dimostrando nei fatti concreti quello che solo alcuni intellettuali liberi e laici definiti eretici hanno sempre sostenuto: una delle più grandi organizzazioni internazionali di pedofilia. Centinaia e centinaia di migliaia di casi di preti pedofili segnalati e denunciati negli Usa come in Irlanda, in Spagna come in Germania. Ma chi deve essere messo al bando anche perchè ha utilizzato la parola di Dio per commettere abusi e sevizie su bambini e bambine inconsapevoli sono tutti quei preti pedofili e i rispettivi superiori, compreso l'attuale Papa Ratzinger, che hanno taciuto vergognosamente su questi crimini contro l'umanità per tantissimi anni. In una recente inchiesta pubblicata sul settimanale L'Espresso e condotta da Tommaso Cerno si analizzano 40 casi di pedofilia accertati in Italia e che vedono coinvolti religiosi della Chiesa Cattolica dalla Lombardia alla Sicilia.
Fra i tanti casi vi è quello di una monaca pedofila la cui vittima è stata una bambina in un convento di suore, il cui caso è stato avvolto nell'omertà: "Ho ricevuto avance esplicite da una monaca e, quando ne ho parlato, la mia famiglia s'è infuriata. Volevamo andare dai carabinieri, poi è intervenuto il vescovo: disse che sarebbe stato meglio risolvere la faccenda all'interno e che ci avrebbe pensato Dio a punire i colpevoli", racconta Simona.

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.