LIBERALAICO è il blog di e per giovani con tanta politica, attualità e gossip a portata di mano LIBERALAICO: Inter, se Josè Mourinho va al Real Madrid pronto Rafael Benitez

sabato 15 maggio 2010

Inter, se Josè Mourinho va al Real Madrid pronto Rafael Benitez

di Domenico Giampetruzzi
In questa settimana l'Inter si gioca l'intera stagione. Domani la sfida decisiva contro il Siena vale lo scudetto e la squadra campione d'Italia non può permettersi passi falsi anche perchè la Roma è in agguato. Sabato prossimo l'Inter disputerà la finale di Champions League contro il Bayern Monaco a Madrid. Una settimana di fuoco e importantissima per la società di Massimo Moratti. A prescindere dai risultati di queste delicatissime sfide il futuro dell'allenatore dell'Inter sembra essere già segnato: andrà al Real Madrid. Non si sa se già dalla prossima stagione o fra due anni. Ma la sua prossima squadra sarà sicuramente quella spagnola. Lui alla rivista Panorama non da nessuna raccomandazione in tal senso. Al suo posto secondo il tabloid britannico The Sun dovrebbe arrivare l'allenatore del Liverpool, Rafael Benitez. Quest'ultimo sembrava fino a qualche settimana fa che dovesse approdare alla Juventus ma alla fine ha rifiutato. Noi vogliamo solo Josè Mourinho, lo Special One del calcio mondiale!

"Quello che scrivono - afferma Josè Mourinho - e cioè che ho già un piede e mezzo in Spagna e mezzo qui a Milano è falso. Il Real Madrid? Prima o poi lo allenerò. Ho allenato una grande in Inghilterra. Alleno una grande in Italia, allenerò una grande in Spagna. Ho vinto tutto in tre paesi, non mi manca niente. Però mi fa ridere quando sento alcuni presidenti che mi paragonano ai loro allenatori che non hanno vinto neanche una coppa di Toscana o Reggio Calabria".

L'allenatore dell'Inter ammette che dell'Italia non gli piace l'ipocrisia del calcio. "Gente che viene da me, mi dà una pacca sulla spalla, mi fa un sorriso e mi dice: 'Sei il migliore, sei un grande, avanti cosi'. Poi appena possono mi attaccano. Mi chiedono addirittura un autografo, una foto con loro e poi cambiano di colpo. A me non piace tutto questo - sentenzia Josè Mourinho -. Lo fanno anche alcuni allenatori. Io sono un allenatore - continua Mourinho - che può essere odiato. Chi mi ama mi segue, chi mi odia mi insegue. Chissà perchè infatti, quelli che mi odiano, poi mi vogliono nelle loro squadre".

Nessun commento:

Ricerca personalizzata

Altri articoli che potrebbero interessarti...

ATTENZIONE: è vietata la riproduzione totale o parziale dei contenuti testuali senza una preventiva autorizzazione scritta. Creative Commons License
Questa opera è pubblicata sotto una Licenza Creative Commons.